COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Ristorante Stella D'Oro, di Marco Dallabona, quando cucina stellata fa rima con cantina d'eccellenza

Pagine Sì! SpA

I vini d'autore selezionati dallo chef Marco Dallabona sono il corollario del ristorante di Soragna (Parma), meta naturale per migliaia di appassionati

Cosa unisce i lambruschi emiliani agli champagne francesi? Due cose: le bollicine e il fatto che entrambe le proposte si trovano nella sterminata carta dei vini del ristorante Stella D'Oro.

Il ristorante albergo, nato nel 2001 dall'estro dello chef Marco Dallabona (insignito della stella Michelin) oltre a garantire una proposta gastronomica superlativa, dispone infatti di una cantina imperiale. Circa 1800 etichette, pagine fitte fitte che rispecchiano la passione del titolare. «Sono un amante delle bollicine - spiega Dallabona - e il vino, nella sua interezza, è un mondo fantastico. Abbinare la giusta bottiglia alla pietanza servita è essenziale».

Qui - immergendosi nella lettura - si possono trovare vere e proprie chicche. Proposte nazionali (ogni regione è ben rappresentata) ed internazionali (dove spiccano i grandi classici francesi, come il "Fallon"), senza tralasciare i distillati. «Un consiglio? Bere poco, bere bene - sorride Dallabona - ricordando che si beve il contenuto e non la bottiglia». Un modo simpatico per ricordare che, oltre alle grandi cantine, c'è tutto uno strato di vini eccezionali che meritano di essere scoperti, «come l'Etna Rosso Trimarchisa, giusto per fare un nome, fresco e leggero».

E, da Stella D'Oro, è possibile scegliere qualsiasi bottiglia (ed essere aiutati nella selezione) a prezzi giusti: il ricarico infatti è oltremodo onesto. Ecco perché molti appassionati accorrono da fuori regione. Per dirla con i francesi: Chapeau!

Archiviato in