COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Napoli Pizza Village

Napoli Pizza Village, gemellaggio con New York

Napoli Pizza Village

Napoli 17 settembre 2019 – Non solo pizza. Il Napoli Pizza Village, il grande evento internazionale in corso sul Lungomare Caracciolo fino al 22 settembre, consacra la sua mission di evento promotore del territorio e stringe un accordo con New York per accendere 30 forni nel Bronx durante le celebrazioni del Columbus Day in programma nel primo weekend di ottobre. Il gemellaggio è stato annunciato, ieri sera, dal console americano per stampa e cultura a Napoli Karen Schinnerer, sostenuto da Antimo Caputo, AD di Mulino Caputo e Fabiano Ricciardo, general manager Italia di United Airlines. Già il 6 e 7 ottobre 2018, nel pieno della settimana del Columbus Day, il Napoli Pizza Village ha fatto la sua prima apparizione ufficiale all’estero e lo ha fatto nell’altra capitale mondiale della pizza, New York. Il famosissimo quartiere del Bronx ha ospitato il 1° New York Pizza Festival. Questo gemellaggio si è dimostrato subito un’ottima occasione di incontro tra i diversi stili di pizza, quello napoletano che, ovviamente, sta dilagando nella Grande Mela e quelli del New York Style e Chicago Style. Anche nel 2019 si ripeterà questo incontro all’insegna del cibo più amato nel mondo sempre in occasione del Columbus Day. Il gemellaggio è il primo passo del progetto di internazionalizzazione del NPV voluto dagli organizzatori, come sottolinea Claudio Sebillo, CEO Oramata Grandi Eventi: “Il legame tra la nostra manifestazione e quella americana di New York è il primo passo per procedere alla promozione del prodotto pizza, ma anche a promuovere l’immagine di Napoli e dell’intero territorio campano all’estero. Dopo New York sono in progetto altre tappe che serviranno al processo di internazionalizzazione che intendiamo portare avanti e valorizzerà il brand del Napoli Pizza Village”. Karen Schinnerer, console americano per la stampa e la cultura, ha consacrato l’accordo sottolineando: “Integrazione sociale, valenza della cucina partenopea, bellezza e cultura del territorio, questo è il Napoli Pizza Village. Riteniamo il cibo uno dei fattori principali per gli scambi culturali ecco perché sosterremo questo gemellaggio”. Pronta a sostenere il ponte tra le due città, la United Airlines: “Abbiamo una tratta aerea tra Napoli e New York dal mese di giugno a fine ottobre, ma siamo pronti ad aumentare le frequenze ed il periodo di volo – ha detto Fabiano Ricciardo, general manager Italia della compagnia – per favorire questo gemellaggio”. Antimo Caputo, AD del title sponsor della manifestazione, Mulino Caputo, ha sottolineato: "Questa è la fusione di due anime, Napoli capitale della pizza e New York capitale americana della pizza, creando un’unica famiglia congiungeremo questi due mondi”. Alla presentazione è intervenuta anche una folta rappresentativa americana con a capo Fred Mortati, ideatore del New York Pizza Festival e Pete Lachapelle, vice presidente di Pizza Today e membro fondatore della National Restaurant Association, oltre una nutrita pattuglia di pizzaioli americani che partecipano al Mondiale del Pizzaiolo in svolgimento al Napoli Pizza Village.

Archiviato in