COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Rent bike for Tour (NA): Moveron per il noleggio di bici elettriche e a pedalata assistita a Napoli

Pagine Sì! SpA

Con l’arrivo della bella stagione non c’è nulla di più entusiasmante di una gita all’aria aperta in pieno stile italiano, che ci permetta di viaggiare alla scoperta di alcune tra le più affascinanti località turistiche della nostra Penisola. Tra queste impossibile non parlare di Napoli, terra magica ricca di storia, arte, cultura e tradizioni, ma anche di Capri, Ischia e Positano: meraviglie italiche tutte da scoprire.

E come farle se non a bordo di una comoda bicicletta? Meglio se elettrica o a pedalata assistita. La Moveron di Vincenzo Sorrentino, con sede a Napoli, ha da sempre la soluzione a portata di mano, offrendo ai propri clienti una ricca selezioni di biciclette, perfette per passeggiare tra le vie di San Gregorio a Napoli, storica via dell’arte presepiale, ma ideali anche per raggiungere territori isolani.

“La Moveron ha da sempre a cuore i suoi clienti e contribuisce fattivamente all’incremento turistico territoriale, strizzando l’occhio alla tutela ambientale. Per questo motivo ci siamo dotati di un nutrito parco biciclette, tra cui spiccano 50 bici elettriche, alcune delle quali a ruote larghe ed altre più classiche da passeggio. Per le famiglie imperdibili sono i nostri tandem elettrici a due sellini, con possibilità di inserire anche un seggiolino per il vostro bambino”.

Queste le parole del CEO Vincenzo Sorrentino, da sempre attento alle esigenze del territorio e dei suoi clienti. “Amiamo Napoli e l’Italia, per questo crediamo che investire nelle sue bellezze sia davvero un punto di forza della Moveron. Per questo motivo ci siamo dotati di mezzi che sappiamo essere di sostegno ai turisti per scoprire in modo autentico le bellezze della nostra terra in assoluta libertà”.

Organizzare dei tour a Napoli, Capri, Ischia e Positano è oggi possibile grazie al servizio di ‘rent bike for tour’ della Moveron. “Le nostre bici – prosegue Vincenzo Sorrentino – sono facilmente trasportabili, grazie anche alla possibilità di ripiegarle e caricarle su un traghetto o un mezzo pubblico. In due parole perfette e adattabili”.

Archiviato in