COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PRIMA PAGINA IDENTITY SRLS

Dott. Salvatore Lo Grasso : Laser 2RT

Una nuova arma a disposizione dei pazienti affetti da maculopatia senile e diabetica.

PRIMA PAGINA IDENTITY SRLS

A Mascalucia in provincia di Catania, il dottore Salvatore Lo Grasso, si avvale di macchinari di ultima generazione e di alcune tecniche oculistiche che permettono la prevenzione e il trattamento di alcune malattie dell’occhio. Tra queste la degenerazione maculare o maculopatia.

La degenerazione maculare, è una grave patologia dovuta a un’alterazione della zona centrale della retina, che conduce a una progressiva perdita della visione centrale e rappresenta una tra le prima causa di cecità al mondo. Ad oggi, questa patologia può essere trattata attraverso l’uso del laser 2RT che permette il “ringiovanimento retinico”. Di questo strumento di ultimissima generazione, usato abitualmente nello studio oculistico del dottore Lo Grasso, esistono soltanto dieci esemplari in tutta Italia ed è l’unico nel Sud Italia.

“La macula è una importante parte della retina ed è essenziale per la visione dei dettagli – spiega il dottore Lo Grasso – nella sua forma iniziale la degenerazione maculare senile e diabetica può anche non avere un sintomo ben preciso, e quindi nessun effetto sulla visione.  Con il passare del tempo, la capacità di distinguere i dettagli diminuisce e nelle forme più avanzate la visione centrale, è irrimediabilmente compromessa. Bisogna, quindi agire con tempestività e sottoporsi periodicamente a visita specialistica”. I soggetti più a rischio sono gli over 65. Le cause maggiori sono dopo l’età, il fumo e una familiarità con la patologia.

Dopo una diagnosi di retinopatia diabetica o di degenerazione maculare senile, è possibile intervenire con il 2Rt, trattamento laser non invasivo che stimola una risposta di guarigione naturale dell’occhio, migliorando la funzione visiva e riducendo la progressione della malattia verso la sua fase avanzata. Il trattamento viene eseguito nello studio dal medico oculista e non supera i dieci minuti. Rispetto ai laser tradizionali il 2Rt utilizza impulsi 500 volte meno intensi con induzione dell’effetto terapeutico desiderato, senza nessun rischio per la delicata struttura oculare.

Il laser attraverso un impulso non lesivo, a bassa energia della durata di tre nano secondi, agisce sul tessuto retinico. L’uso del 2Rt, avviene presso lo studio dell’oculista e il paziente ha un recupero pressoché immediato. Prima del trattamento si applica una breve anestesia attraverso l’istillazione di uno specifico collirio. In seguito l’oculista, attraverso una lente appoggiata sull’occhio eseguirà il trattamento laser con un microscopio appositamente studiato, del tutto simile a quello usato durante la visita oculistica. Durante la procedura il paziente potrà avvertire dei segnali sonori e percepire dei lampi di luce. La procedura è del tutto indolore.  Il paziente, dopo il trattamento, potrà riprendere, da subito le normali attività quotidiane.

“Al momento -afferma il dottore Salvatore Lo Grasso – per la forma secca della degenerazione maculare senile, non esistono altre terapie efficaci. Ciò è stato ampiamente dimostrato da numerosi studi clinici di carattere nazionale e internazionale. Si è infatti dimostrato che l’uso del laser porta alla stabilizzazione o riduzione delle drusen, formazioni patologiche della macula nella degenerazione maculare senile e nella retinopatia diabetica alla riduzione dell’edema maculare. Inoltre l’assenza di effetti collaterali accompagnata dalla rilevanza dei dati sopra, incoraggia ad un uso più diffuso di questa tecnologia rivoluzionaria.

Secondo il dottore Lo Grasso è importante ricordare che queste due patologie sono condizioni croniche ed anche in seguito al trattamento con il laser 2Rt, sarà necessario sottoporsi a visita periodica ogni tre –sei mesi”.

Sito Web : Dott. Lo Grasso

Pagina Facebook : Dott. Lo Grasso

Video Intervista : Dott. Lo Grasso

 

 

Archiviato in