COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Rosanna Palmiotto:«Arrossamenti,bruciori vaginali:curare pavimento pelvico»

Pagine Sì! SpA

A spiegarlo, la ginecologa di Udine, che da 24 anni studia il muscolo che racchiude e sostiene il bacino

Gran parte dei disturbi che affliggono molte donne possono essere eliminati curando il muscolo pelvico: vaginismo, arrossamenti, bruciore, fino ad arrivare all’incontinenza urinaria sono sintomatologie trattabili e non una ineluttabile condizione fisiopatologica. Ad aprire un nuovo orizzonte sul trattamento di queste patologie è Rosanna Palmiotto, ginecologa di Udine, che da ventiquattro anni dedica parte della sua pratica clinica allo studio e all’osservazione del tessuto muscolo-legamentoso che racchiude e sostiene il bacino, il pavimento pelvico. Un’area del corpo maschile e femminile ad alta tensione emotiva, sede di tanti tabù, la cui disfunzione può essere la causa di molti disturbi, comunemente percepiti dalle donne come incurabili o cronici.

Medico di territorio, la cinquantanovenne Rosanna Palmiotto è stata più volte convocata in convegni medicali per presentare la propria ricerca: «Mi ero accorta che circa il 46% delle donne che avevo visitato (su un campione di 600 pazienti) aveva il muscolo pelvico da mediamente a molto contratto» spiega la ginecologa che nell’ambulatorio a Udine lavora in equipe con un fisioterapista-osteopata, un personal trainer e uno psicologo, qualora necessario. L’eccesso di contrazione provoca una perdita dell’elasticità muscolare, che può causare disagi che debilitano profondamente la qualità della vita: non solo vaginismo e bruciore, ma anche la secchezza della mucosa, fino ad arrivare alla perdita del desiderio sessuale. «Non bisogna arrendersi a questi sintomi – esorta Rosanna Palmiotto – ma affrontare anche questo muscolo con un approccio olistico, mirando alla cura e alla salute del corpo».