COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Consiglio Regione Campania

MARCIANO:DA REGIONE SFORZO NOTEVOLE PER LAVORO

Consiglio Regione Campania

 

 

 

 

Napoli, 16 maggio 2018 – “La Regione Campania ha messo in campo uno sforzo notevole per recuperare i dati negativi di una crisi economica che non ha precedenti dal dopoguerra e che ha provocato la perdita di 580 mila posti di lavoro nel Sud ed il crollo di undici punti del Pil della Campania, attraverso una strategia forte a sostegno delle imprese e dell’occupazione”.

E’ quanto ha affermato il consigliere regionale del Pd Antonio Marciano, Questore alle finanze del Consiglio regionale della Campania, nel corso dell’intervista, realizzata nello Studio TV Digitale del Consiglio Regionale della Campania, dalla giornalista Gabriella Peluso, responsabile dell’Ufficio Stampa, per “CRC TV”.

“La Campania è la prima Regione del Sud a dare vita alle Zone Economiche Speciali. Stiamo lavorando ad un provvedimento che consentirà alle imprese che si insedieranno in tali aree l’esenzione per cinque anni dal pagamento dell’Irap” – ha detto Marciano – che ha aggiunto: “nell’ambito del rifinanziamento dei contratti di sviluppo da parte del Cipe, su complessivamente 850 milioni, 200 verranno alla Campania e, dunque, serviranno a finanziare contratti di sviluppo oltre a a quelli in essere. Accanto a questo, è stato attivato un bando di 28 milioni per l’artigianato e saranno prossimamente pubblicati quelli per il sostegno alle pmi per ricerca e innovazione e per sostenere le aggregazioni nei negozi di vicinato, in una fase particolarmente critica per il commercio” ha evidenziato il Questore alle finanze del Consiglio regionale, ricordando anche che “oltre 22 mila giovani, di cui la metà con contratti di lavoro a tempo indeterminato, sono stati impegnati lavorativamente con Garanzia Giovani ed è stato messo in campo un piano straordinario per l’assunzione di 50 mila giovani laureati e diplomati nella Pubblica Amministrazione” e che “non è stato perso un solo euro di fondi europei nella programmazione che ci riguarda”.

Archiviato in