Con Unioncamere del Veneto studenti apprendono legalità

Al via corsi per otto istituti e oltre mille alunni

(ANSA) - VENEZIA, 13 GEN - Son otto gli istituti secondari di secondo grado, 41 classi e oltre mille studenti aderenti nelle province di Padova, Treviso e Venezia che partecipano al progetto Cultura e legalità nelle scuole. L'iniziativa avrà il via il prossimo 21 gennaio nell'ambito del "Protocollo d'intesa per la promozione dell'etica della responsabilità nell'economia" firmato nel dicembre 2018 tra Libera - Associazione, nomi e numeri contro le mafie, Sezione Regionale del Veneto dell'Albo Gestori Ambientali e Unioncamere del Veneto per un impegno congiunto nell'educazione e diffusione di una cultura sociale e l'attuazione del progetto legalità.
    Il progetto, che vede collaborare commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive, Ufficio scolastico regionale del Veneto, UPI Veneto, Anci Veneto, Legambiente Veneto, è stato presentato stamattina presso Unioncamere del Veneto a Marghera (Venezia). All'incontro, che ha visto la partecipazione di 50 studenti dell'Istituto Barbarigo di Venezia, hanno preso parte Mario Pozza, presidente Unioncamere Veneto, Roberto Tommasi, responsabile del Veneto di Libera, Siro Martin, presidente della Sezione Albo Gestori Ambientali del Veneto, Emanuela Somalvico, responsabile Ufficio commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive, e Maria Luisa Mele, referente legalità dell'Ufficio scolastico regionale.
    Attraverso percorsi di informazione, formazione, educativi e divulgativi, l'obiettivo comune è creare delle collaborazioni accompagnate dallo sviluppo di azioni dirette alla prevenzione e contrasto alla criminalità economica. Fra queste attività, la Sezione Albo Gestori Ambientali del Veneto realizzerà due percorsi formativi: Ambiente, risorsa e bene comune per il nostro futuro e L'altra economia: impresa e criminalità organizzata, incontro di sensibilizzazione per la lotta alle mafie e alla criminalità organizzata rivolti, nei primi quattro mesi del 2020, agli studenti delle classi 3^, 4^ e 5^ degli Istituti secondari di secondo grado. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni