Imprese: E-R guarda al Vietnam, cresce l'interscambio

Opportunità, sfide e visioni al forum economico nel Binh Duong

(ANSA) - BOLOGNA, 2 DIC - Opportunità, sfide e visioni per gli 'stakeholder', gli individui o i gruppi che hanno una partecipazione o un interesse nell'attività di un'azienda, coinvolti nella 4/a rivoluzione industriale e nelle Smart City.
    Questo il tema affrontato da Horasis Asia Meeting 2019, forum economico che si è svolto nella provincia vietnamita del Binh Duong.
    All'evento oltre a diverse aziende italiane già insediate in Asia, hanno partecipato Roberto Cajati vice console generale d'Italia a Ho Chi Minh City e Maily Anna Maria Nguyen, responsabile del Desk Emilia-Romagna Vietnam, che di recente aveva guidato una delegazione di operatori vietnamiti per una serie di incontri di affari in tre città italiane tra cui Reggio Emilia, nella sede della Camera di commercio. "Si stanno rafforzando rapporti già esistenti e si aprono nuove collaborazioni e scambi commerciali che corrispondano a un comune interesse - afferma il presidente camerale, Stefano Landi - Il sistema imprenditoriale regionale da tempo ha creato solide relazioni commerciali con il Vietnam, come ben dimostra il valore dell'interscambio con l'Emilia-Romagna, che nel 2018 ha superato i 500 milioni di euro. Nella nostra regione sono giunti beni di origine vietnamita per oltre 275 milioni di euro, mentre le esportazioni hanno toccato i 231 milioni; in entrambi i casi si è registrata una sensibile crescita: per le importazioni del 16,7% e per le esportazioni oltre il 25%".
    I dati di import export confermano che c'è un terreno favorevole dove opera il Desk Vietnam di Unioncamere Emilia-Romagna, particolarmente attivo, anche nelle relazioni pubbliche come confermato a Horasis Asia Meeting 2019, dove il vice primo ministro vietnamita Vuong Dinh Hue ha confermato come il Governo locale sia impegnato nel continuo rinnovo del proprio modello di crescita verso sostenibilità e innovazione cercando condizioni favorevoli per il successo degli investitori esteri in Vietnam. Fino ad oggi sono 30.136 i progetti Ide (Investimenti diretti esteri) in Vietnam con un capitale sociale di oltre 360 miliardi di dollari.
    Oltre 1.000 top manager di oltre 60 paesi e territori in tutto il mondo, nonché rappresentanti di ministeri centrali, agenzie, province e imprese leader in Vietnam, hanno partecipato all'evento che si è sviluppato in quattro sessioni plenarie e 35 discussioni parallele su argomenti relativi a questioni economiche regionali e internazionali e nuove tendenze nello sviluppo della tecnologia.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni