Unioncamere, in Liguria imprese straniere +2,1% nel 2018

Sono 14.717 i titolari di azienda extracomunitari

(ANSA) - GENOVA, 15 LUG - In Liguria le imprese straniere nel 2018 sono cresciute del 2,1% rispetto al 2017 arrivando a quota 19.219. E' il dato contenuto nel rapporto sull'economia della Liguria di Unioncamere che identifica le imprese straniere come quelle in cui la partecipazione di persone non nate in Italia risulta complessivamente superiore al 50% "mediando le composizioni di quote di partecipazione e cariche attribuite".
    La maggior parte si concentrano nelle costruzioni (7.784), nel commercio all'ingrosso e dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli (6.337) seguiti dai servizi di alloggio e ristorazione (1.470), ma ce ne sono in tutti i campi di attività comprese l'agricoltura, la sanità e le attività artistiche, sportive e di intrattenimento e divertimento. Per quanto riguarda i titolari di impresa stranieri (17.381 in Liguria secondo fonti Infocamere: 14.717 extracomunitari e 2.643 comunitari e 21 di provenienza non classificata) nel 2018 sono aumentati dell'1,4%. Sono cresciuti soprattutto a Genova (+1,5%) dove si concentra la quota più consistente (8.417 extracomunitari e 1.201 comunitari) e Imperia (+4,5%). Mentre a Savona e La Spezia sono diminuiti rispettivamente dell'1,2% e dello 0,7%. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni