Commercio: per Biella e Vercelli export sopra media Italia

Nel semestre vendite all'estero +5% e +8,8%, bene extra Ue

(ANSA) - TORINO, 11 SET - Nel primo semestre del 2018 il valore delle esportazioni biellesi ha superato quota un miliardo di euro, registrando un incremento pari al 5% rispetto al corrispondente periodo 2017, mentre quello delle esportazioni della provincia di Vercelli è risultato poco al di sotto del miliardo e 180 milioni di euro, segnando un aumento pari all'8,8%. La crescita è maggiore di quella nazionale (+3,7%), dell'Italia nord-occidentale (+4%) e del Piemonte (+1%). più modesta performance tra le principali regioni esportatrici.
    "Le nostre due province, anche in questo primo semestre dell'anno - commenta Alessandro Ciccioni, presidente della Camera di Commercio di Biella e Vercelli - hanno proseguito nel loro trend positivo delle vendite sui mercati esteri, collocandosi al di sopra della media nazionale e regionale.
    Dobbiamo considerare che i dati vengono confrontati con il corrispondente periodo del 2017, anno particolarmente positivo per le esportazioni locali, e che abbiamo vissuto, in questo primo semestre, in un contesto internazionale di forti tensioni in tema di dazi e barriere all'ingresso, che non ha certo creato un clima favorevole per gli scambi. L'eccellenza e la qualità produttiva del nostro 'made in Italy' paiono essere una solida garanzia sui mercati esteri".
    Registrano un incremento rilevante gli articoli di abbigliamento (+18,1%) e le bevande (+17,2%). Più contenuta la dinamica per i prodotti tessili (+2,9%) che rappresentano il principale settore (con una quota pari al 58,9% del totale export provinciale). In calo la meccanica (-12,1%).
    i mercati di sbocco, l'Unione Europea, assorbendo il 55,9% delle vendite all'estero, si conferma la destinazione principale dell'export biellese, anche se in questo primo semestre è stato registrato un calo del -1,1%. Nei mercati extra Ue si registra un aumento complessivo del +13,9%: hanno ripreso vigore le esportazioni verso la Svizzera (+115,1%), continuano a crescere, seppure con minore slancio, quelle verso la Cina (+3,7%). Si segnala la performance a doppia cifra verso il Giappone (+11,%) mentre rallentano le dinamiche verso alcuni Paesi come Turchia (-2,6%) e Corea del Sud (-12,7%). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni