Trasporti: AlpInnoCT, incontro su merci in ambito alpino

Sperimentazione corridoi Trieste-Bettembourg e Verona-Rostock

(ANSA) - VENEZIA, 17 MAG - Migliorare la pianificazione del trasporto combinato, rafforzare percorsi alternativi per le principali traiettorie di trasporto, ispezioni più rapide dei vagoni merci, eliminazione dei "colli di bottiglia" ma anche l'introduzione di una gestione delle infrastrutture a livello europeo e maggiori incentivi per il trasporto combinato. Sono alcuni dei temi emersi dai 15 partner che l'8 e 9 maggio scorsi hanno partecipato alla conferenza intermedia del progetto "AlpInnoCT" (Alpine Innovation for Combined Transport) a Prien am Chiemsee (Germania), per discutere del trasporto merci alpino e della salvaguardia ambientale.
    Il progetto, finanziato dal programma Interreg Spazio Alpino 2014-2020 con 3 milioni di euro, punta a sviluppare soluzioni ispirate dal mondo industriale per aumentare l'efficienza e la pianificazione del trasporto combinato. In Germania i primi risultati intermedi sono stati ulteriormente sviluppati in un dialogo con 120 esperti e rappresentanti dell'industria della logistica, della politica, della scienza, delle ONG e della società civile.
    Le misure proposte verranno in parte applicate nei due corridoi-pilota del progetto AlpInnoCT: Trieste-Bettembourg e Verona-Rostock. Per l'Italia partecipano ad AlpInnoCT, oltre alla Regione Friuli Venezia Giulia e al Porto di Trieste, Unioncamere del Veneto-Eurosportello, l'Accademia Europea di Bolzano e il Consorzio ZAI Interporto Quadrante Europa di Verona. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni