Camere Commercio: a Pesaro visita ambasciatore georgiano

Drudi, Georgia solido ponte con Asia per export

(ANSA) - PESARO, 16 APR - Un Paese attraverso cui passa la nuova Via della Seta, che collega la Cina con l'Europa, primo partner commerciale con il 25% dell'interscambio totale. La Georgia, al nono posto per facilità di fare impresa secondo la Banca Mondiale, è, per la Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, che ha ricevuto oggi la visita dell'ambasciatore in Italia, Karlo Sikharulidze, un'opportunità di sviluppo per il sistema imprenditoriale provinciale. "La Georgia può rappresentare per l'export pesarese un solido e strategico ponte con l'Asia - ha detto il presidente della Camera pesarese Alberto Drudi -, un'area dove l'ente camerale, con l'azienda speciale Aspin 2000, opera da anni. E' un Paese solido e affidabile, che ha avviato un importante processo di ammodernamento, interessante per le aziende della nostra provincia, a cominciare dalle infrastrutture e dalla manifattura, settori che possono trasferire prodotti e conoscenza". Nelle prossime settimane, ha annunciato Drudi, "lavoreremo per costruire un progetto, insieme al Comune di Pesaro e alla Regione, per organizzare incontri tra imprenditori marchigiani e georgiani". L'export italiano verso la Georgia nel 2017, secondo il Ministero degli Esteri, ammonta a 177,93 milioni di euro, l'import invece a 53,16 milioni. I settori in cui investire sono le infrastrutture, le costruzioni, i servizi di alloggio e ristorazione, il trasporto e il magazzinaggio, i prodotti di agricoltura e pesca, l'energia elettrica, gas e vapore. "Si tratta di un primo incontro nelle Marche al quale ne seguiranno presto altri - ha detto l'ambasciatore georgiano -, con l'obiettivo chiaro di far crescere le relazioni commerciali con la vostra regione, nel solco degli accordi che sono stati presi in occasione della visita del premier Gentiloni nel nostro Paese" sulla Via "che non è solo una nuova autostrada ma un vero e proprio corridoio commerciale che porta sul Mar Nero, diventando uno snodo fondamentale per chi vuole esportare in Cina e in Turchia". Sikharulidze, accompagnato dal primo consigliere Sophia Kartsivadze, ha sottolineato che "questa strada a scorrimento veloce si affianca al corridoio ferroviario tra Baku e Kars, che ha permesso di accorciare di due settimane i tempi di spedizione tra Europa e Cina".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni