Camere Commercio: opportunità lavoro per 8.150 a Ancona

Previsioni Excelsior, soprattutto commercio e meccanica

(ANSA) - ANCONA, 6 OTT - La domanda di lavoro delle imprese private dell'industria e dei servizi con dipendenti nella provincia di Ancona è di 8.150 persone, delle quali il 55,6% (4.530 lavoratori), è ricercata nell'ambito del settore terziario, mentre l'industria, costruzioni comprese, ha una domanda di 3.620 persone (44,4%). Le previsioni, da settembre a novembre, sono quelle del sistema informativo Excelsior-Uniocamere, diffuse dalla Camera di Commercio di Ancona. L'82,9% delle richieste interessa lavoratori dipendenti con contratto a tempo determinato. Commercio e industrie meccaniche ed elettroniche sono i settori che offrono le maggiori opportunità di lavoro. Prevedono di assorbire rispettivamente 1.150 e 1.130 nuovi occupati. Seguono le costruzioni (580 unità), le industrie metallurgiche e dei prodotti in metallo (550), quelle tessili, dell'abbigliamento e calzature (350) e le industrie chimico-farmaceutiche, della plastica e della gomma (300). Nel terziario, è di maggior rilievo la domanda di lavoro dei servizi di alloggio e ristorazione e turistici (1.090) e dei servizi alle persone (840). Su tre gruppi professionali si concentra circa il 30% della domanda di lavoro. Sono 970 cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici, ai quali si aggiungono 780 operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche, e 690 commessi e altro personale qualificato in negozi ed esercizi all'ingrosso. Per le imprese della provincia, però, ci sono anche difficoltà, nel 26,1% dei casi, nel trovare alcune figure specializzate. Fra queste gli specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche, gli operatori della cura estetica e gli operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche. La maggior parte delle posizioni sono richieste da piccole aziende, con un numero di addetti tra 1 e 49, e una ricerca di 5.500 lavoratori tra personale dipendente e non. I giovani fino a 29 anni più richiesti, pari al 38,8% del totale, sono progettisti e ingegneri, commessi, operatori turistici e della cura estetica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni