Economia: disoccupazione in salita e +14,5 Cig ad Ancona

Giornata Economia a Ancona. Cataldi (Cciaa), quadro preoccupante

(ANSA) - ANCONA, 16 GIU - Scarsa fiducia tra le imprese e bassi impieghi, ritardo nella digitalizzazione, disoccupazione in salita (9,5%), impennata della Cassa integrazione (+14,5%), export che non decolla ma anche bassa attrattività del turismo straniero (solo 19% del totale) che si sposta dalle coste all'interno. L'economia anconetana, nel 2016, è stata connotata da indicatori negativi o stagnanti secondo il rapporto stilato dalla Camera di Commercio di Ancona per la 15/a giornata dell'Economia, illustrato oggi dal presidente Giorgio Cataldi e dal prof. Gianluca Gregori, preside di Economia all'Università Politecnica delle Marche.
    E' un quadro preoccupante, ha ammesso Cataldi il quale ha tracciato la strada per reagire: il progetto alternanza scuola-lavoro per aiutare i giovani a orientarsi e trovare sbocchi professionali; aiuto alle imprese a internazionalizzarsi (in sinergia con la Regione), visto che le aziende che vanno all'estero sono quelle che crescono, creazione di un Pid (punto per l'impresa digitale) che affianchi anche le piccole imprese (94% del totale), per fare un salto di qualità digitale che sembra ancora un miraggio. Altro elemento importante per sostenere le imprese, ha osservato, è quello di una Camera di commercio unica che possa essere interlocutore forte per le aziende e per le istituzioni. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni