Confimprese, voucher utili per commercio

Resca, 'falso che distruggano mercato del lavoro'

(ANSA) - ROMA, 10 MAR - Confimprese ribadisce il proprio ''no all'esclusione di imprese, commercio e servizi dall'utilizzo dei voucher, per cui il governo sarebbe pronto a modificare in modo netto la normativa, limitando l'utilizzo dello strumento esclusivamente per lavori domestici.
    ''E' inaccettabile - afferma in una nota Mario Resca, presidente di Confimprese - l'ipotesi di eliminare i voucher, che hanno permesso negli ultimi anni di crisi a molte famiglie di incrementare il proprio reddito in modo trasparente. I voucher, contrariamente a quanto erroneamente riportato, non hanno distrutto il mercato del lavoro, non sono un espediente da parte delle imprese per eludere la stipulazione di contratti stabili, ma anzi aiutano a combattere il sommerso che in Italia vale 211 miliardi di euro''. 'Il nostro Osservatorio indica che il loro utilizzo da parte delle imprese non ha mai superato l'1% annuo in percentuale alla forza lavoro e la loro incidenza sul costo del lavoro è pari all'1,30 per cento. Le aziende si limitano a farne uso sempre in contesti particolari quali eventi stagionali e occasionali e momenti di picco di particolare intensità e, comunque, nel rispetto delle vigenti norme di legge''.
    ''È inoltre necessario distinguere il non food dalla ristorazione. Chiediamo - incalza il presidente della Confederazione delle imprese del commercio moderno - di ridefinire il concetto di accessorio, che per il retail non food può essere legato a saldi, vendite promozionali, periodi festivi come Pasqua e Natale, eventi speciali e aperture di nuovi punti vendita''. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni