Coop, domanda stabile, salgono occupati

A fine 2016. Una su 10 punta a forme di aggregazione

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Meno cooperative ma più forti, perché se è vero che da soli si può andare più veloci, è solo insieme che si va più lontano. E' questo l'obiettivo delle coop italiane secondo un'indagine dell'Alleanza delle cooperative.
    Dallo studio emerge che una coop su dieci nel primo quadrimestre del 2017 si è posta l'obiettivo di dare vita ad aggregazioni, attraverso fusioni, alleanze o adesioni a forme organizzative allargate.
    Il sondaggio dimostra che per sette cooperative su dieci la domanda è stabile negli ultimi quattro mesi 2016. Prevalgono di poco le coop che hanno registrato un miglioramento (15%) rispetto a quelle che hanno visto diminuire le vendite (14%).
    Prosegue intanto, oltre le attese, il miglioramento della dinamica occupazionale, grazie ai saldi positivi della cooperazione sociale, dei servizi e dell'agroalimentare. Nel complesso, il 62% delle coop ha mantenuto stabili la forza lavoro a fine 2016, il 24% ha espresso indicazioni di aumento, il 14% di contrazione.
    Per i prossimi mesi, il 72% delle coop non prevede significative correzioni al rialzo per l'economia con i pessimisti (il 17%) che superano gli ottimisti, fermi all'11%.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni