Raccolta capitali di rischio. Abilitate le Pmi

non più solo le Start-up

Responsabilità editoriale di eDotto

La Consob (delibera n. 19520 del 24 febbraio 2016), semplifica il regolamento per la raccolta online del capitale di rischio - il c.d.“equity crowdfunding” - aggiornando il regolamento sulla raccolta di capitali di rischio (adottato con delibera n. 18592 del 26 giugno 2013), tramite piattaforme online. Con questo aggiornamento, ora anche le Pmi innovative – quelle introdotte nel nostro ordinamento dal decreto legge n. 3/2015 (Investment Compact), convertito con modificazioni dalla Legge n. 33/2015 - sono abilitate a raccogliere capitali di rischio diffusi mediante portali online.

Sono, inoltre, ammesse due nuove tipologie di investitori: gli “investitori professionali su richiesta”, così come definiti dalla disciplina europea sulla prestazione dei servizi di investimento; gli “investitori a supporto dell'innovazione”, identificati dalla Commissione stessa sulla base di criteri oggettivi.

Responsabilità editoriale di eDotto

Vai al sito: ANSA Professioni