Smog peggiora per incendi sterpaglie

Città Metropolitana, da roghi peggioramento notevole aria

(ANSA) - TORINO, 14 GEN - Non bruciare sterpaglie e scarti vegetali per non aggravare l'inquinamento atmosferico. L'appello arriva dalla Città Metropolitana, anche se il divieto, dal 1° novembre al 31 marzo, è regolamentato da una legge regionale in vigore dal 2018.
    "Gli agenti della Città Metropolitana con qualifica di ufficiali di polizia giudiziaria e le Guardie Ecologiche Volontarie - si legge in una nota - constatano spesso nelle zone rurali e suburbane violazioni al divieto di abbruciamento di materiali vegetali in orti, giardini e aziende agricole".
    Barbara Azzarà, consigliera metropolitana delegata all'Ambiente, fa osservare le conseguenze dei "piccoli incendi di materia vegetale. Sono considerati - spiega - non inquinanti da molti, ma provocano un peggioramento notevole nella qualità dell'aria, già molto compromessa. Inoltre l'orografia e le condizioni meteo del nostro territorio fanno sì che il fumo prodotto dagli abbruciamenti ristagni e venga anche portato verso le zone più basse della pianura e verso Torino".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere