Mazzarri, la contestazione non c'entra nulla col calcio

Tecnico Torino, il mio futuro? Io penso al Sassuolo...

(ANSA) - TORINO, 12 GEN - "Non voglio parlare del clima dei tifosi, faccio l'allenatore. I ragazzi sanno l'impegno e l'abnegazione, il resto lo lascio ai commentatori". Walter Mazzarri parla così, ai microfoni di Sky, della contestazione dei tifosi del Torino. "La contestazione non c'entra nulla col calcio, ci sono altri meccanismi sotto - afferma a proposito dei fischi che riguardano, in particolare, il tecnico e il presidente Urbano Cairo - Il mio futuro? Non ci penso, penso al Sassuolo e a fare il massimo con questa squadra, che ringrazio perché anche oggi ha dimostrato di essere un gruppo".
    "Io sono contento di quello che sto facendo - aggiunge l'allenatore granata - Abbiamo fatto 27 punti, che valgono più dell'anno scorso perché le squadre sono migliorate e giocano tutte a mille". Poi una battuta su Verdi, che non ha gradito la sostituzione nel secondo tempo: "Ha perso energie, ha cominciato a perdere palla, e l'ho cambiato - spiega Mazzarri - Se ha sbagliato nei comportamenti prenderà una multa, come giusto che sia, anche per rispetto del compagno che è entrato". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere