Madri Thyssen, 12 anni senza giustizia

Due assassini ancora liberi.E dov'è memoriale promesso da Città?

(ANSA) - TORINO, 2 DIC - "Sono passati 12 anni e c'è sempre più dolore e rabbia. Dodici anni di lotte e ancora non abbiamo giustizia, non si è concluso niente, ma non smetteremo mai di lottare". Così le madri dei sette operai uccisi dal rogo della Thyssen, il 6 dicembre 2007 a Torino, in occasione della presentazione delle Settimane della Sicurezza.
    "Come parenti delle vittime - dice Rosina Demasi - non abbiamo nessun potere, possiamo solo aspettare e sperare che qualcosa si concluda. E non vediamo l'ora che la vicenda giudiziaria finisca perché, nonostante le condanne e la Corte Europea, ci sono ancora due assassini fuori dal carcere, mentre altri quattro sono usciti per buona condotta. La legge va cambiata: se nessuno paga mai, si continuerà a morire sul lavoro". Rabbia anche nei confronti della Città: "ci aveva promesso un memoriale al cimitero. Abbiamo visto passare tre sindaci, ma non c'è nulla. Le istituzioni hanno preso i soldi come parti civili, nessuno regala niente ai nostri figli che hanno già pagato col sangue".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere