Pg sospende carcere pasionaria No Tav

Atti al magistrato di sorveglianza perché disponga domiciliari

(ANSA) - TORINO, 18 NOV - La procura generale del Piemonte ha sospeso l'ordine di carcerazione per Nicoletta Dosio, 73 anni, la 'pasionaria' dei No Tav della Valle di Susa condannata in via definitiva a un anno di reclusione. La donna, nei giorni scorsi, aveva manifestato pubblicamente l'intenzione di non voler chiedere pene alternative e di essere pronta a scontare la pena in prigione.
    La procura generale ha invece trasmesso gli atti al magistrato di sorveglianza perché disponga, se è il caso, la detenzione domiciliare.
    E' la seconda volta che la procura generale sospende l'esecuzione della pena per Dosio. Il provvedimento, secondo quanto si apprende, è motivato dal fatto che la condanna è inferiore a 18 mesi: in questo caso, in base a una legge promulgata nel 2010, la magistratura di sorveglianza può concedere la possibilità, a determinate condizioni, di scontare la pena presso la propria abitazione o un altro luogo, pubblico o privato.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere