Torino, cala debito e non salgono tasse

Giunta comunale approva Bilancio di previsione 2020-2022

(ANSA) - TORINO, 13 NOV - Pressione fiscale inalterata salvo un lieve ritocco della Tari, debito in calo e risorse ai livelli degli anni precedenti sui fronti del welfare, della cultura e dei servizi educativi. In estrema sintesi, è quanto prevede il Bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Torino, approvato oggi dalla Giunta di Chiara Appendino e pronto per l'iter in Consiglio comunale, con varo definitivo previsto entro dicembre.
    "In questo bilancio - rimarca Appendino - abbiamo fatto una scelta politica: puntare in modo molto impattante sulle manutenzioni. Questo ci permetterà, dopo alcuni anni in cui erano state ridotte, di arrivare ad abbassare la spesa corrente nel medio periodo".
    "Per le manutenzioni straordinarie - spiega - sono stati reperiti 50 milioni. Permetteranno di aumentare la spesa per questa voce del 48% nel settore del verde pubblico, del 37% nei servizi all'istruzione, del 36% negli impianti sportivi e del 25% nelle strade e marciapiedi".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere