Presidio metalmeccanici in attesa Conte

Davanti Municipio. Sono 4.000 i posti di lavoro a rischio

(ANSA) - TORINO, 22 OTT - Alcune centinaia di lavoratori di aziende metalmeccaniche in crisi - a partire dall'ex Embraco, Lear, Comital, Mahle Blutec, aziende Fca come Maserati e Mirafiori - manifestano davanti al Comune di Torino, dove è atteso il premier Giuseppe Conte.
    "Bisogna aprire una vertenza Torino e Piemonte per contrastare il declino industriale trainato dalla crisi dell'automotive. Il governo deve intervenire con una politica industriale idonea a rilanciare il settore", osserva Edi Lazzi, segretario generale della Fiom torinese. "Sono 4.000 i lavoratori torinesi dell'auto in situazioni di sofferenza. si deve allargare la possibilità di utilizzare i fondi strutturali europei per attività produttive e non solo per progettazione ricerca e sviluppo", sottolinea Claudio Chiarle, segretario della Fim torinese. "Oggi il presidente del Consiglio tocca con mano la disgrazia economica che grava sul nostro territorio", aggiunge Dario Basso, numero uno Uilm Torino.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere