Ricava 600 mila con false mail

Gdf Torino scopre un altro caso di 'man in the middle'

(ANSA) - TORINO, 12 LUG - Un altro caso di 'main in the middle', come è chiamata la truffa informatica realizzata da chi riesce a inserirsi nelle comunicazioni informatiche tra aziende per carpire somme di denaro dalle transazioni commerciali. La Guardia di finanza di Torino, su ordine del gip del Tribunale del capoluogo piemontese, ha arrestato O.L., quarantenne imprenditore di origini nigeriane, accusato di aver riciclato oltre 600 mila euro. L'uomo, un commerciante di auto del Torinese, ha ricevuto sul proprio conto corrente ingenti somme di denaro provento di truffe ai danni di alcune aziende italiane ed estere. E ha poi cercato di farle sparire, disponendo bonifici verso l'estero e prelevando la provvista in contanti. I finanzieri hanno sequestrato 400 mila euro ancora sui suoi conti correnti, frutto, verosimilmente, dell'attività truffaldina.
    Le somme più importanti erano state versate da due inglesi per l'acquisto di due yacht da un cantiere navale italiano.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere