Matrimonio fittizio, interviene Gdf

Per ottenere permesso soggiorno. Sposa pagata con 2.300 euro

(ANSA) - BIELLA, 18 GIU - La Guardia di finanza ha smascherato, a Biella, un matrimonio combinato e finalizzato a regolarizzare la permanenza di un cittadino extracomunitario nel territorio nazionale. La "promessa" sposa, persona seguita dai servizi sociali e in condizioni di indigenza economica, era stata circuita da una conoscente e il futuro marito non lo aveva mai visto né incontrato. L'uomo era senza permesso di soggiorno, entrato nel territorio Ue con un visto turistico rilasciato dalla Francia e scaduto da diverse settimane. L'organizzatrice, che è stata denunciata per circonvenzione di persone incapaci e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, le avrebbe offerto - quale ricompensa - un importo di 2.300 euro nonché un alloggio sicuro in città.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere