Turni massacranti,denunciato ristoratore

Nel vercellese, al lavoro in nero cuoca, barista e cameriera

(ANSA) - VERCELLI, 12 GIU - Ha impiegato in nero tre donne pagandole con compensi irrisori circa 150 euro a settimana. Un imprenditore di 53 anni, residente nel Novarese, è stato denunciato dai carabinieri per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. L'uomo occupava le tre donne in un ristorante di Formigliana (Vercelli), ma fin dai primi controlli dei militari sono apparse irregolarità sulla posizione delle lavoratrici, impiegate come cuoca, barista e cameriera. Due di loro sono state sottoposte nel tempo a condizioni di autentico sfruttamento, dato che venivano pagate con retribuzioni notevolmente al di sotto dei contratti collettivi nazionali sui pubblici esercizi. Dalle indagini è emerso inoltre che le donne erano sottoposte a turni massacranti, senza giorni di riposo infrasettimanale o ferie concesse.
    Il ristorante è stato posto sotto sequestro; l'imprenditore rischia una sanzione fino a 25.000 euro e il recupero dei contributi previdenziale di oltre 50.000 euro.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere