Coldiretti, per lupi misure coraggiose

"Negli alpeggi a rischio 50 mila capi bovini e centinaia greggi"

(ANSA) - TORINO, 15 APR - La Coldiretti di Torino chiede "misure coraggiose per controllare e contenere i lupi e gli ibridi cane-lupo". L'organizzazione agricola sollecita la Regione Piemonte a impegnarsi "al tavolo della Conferenza Stato-Regioni per migliorare e attuare il Piano lupo proposto dal ministero dell'Ambiente Sergio Costa" poiché "siamo di fronte a una problematica seria: il pericolo lupi - sottolinea Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino - costringe alla fuga le famiglie coltivatrici che da generazioni popolano le montagne, ma anche i tanti giovani che, con fatica, sono tornati per ripristinare la biodiversità perduta con il recupero delle razze storiche. E' una situazione critica - aggiunge Galliati - che sta volgendo al peggio dato che ora anche la collina torinese è in stato di allerta e gli animali che fino a ieri pascolavano liberi sono minacciati".
    La Coldiretti stima che a rischio dell'attacco dei lupi ci siano, negli alpeggi torinesi, 50 mila capi bovini che monticano e centinaia di greggi.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere