No sciopero, prima Regio Torino si farà

In scena domani sera Il Trovatore, ma resta stato agitazione

(ANSA) - TORINO, 9 OTT - Niente sciopero per la prima del Teatro Regio di Torino. "I lavoratori hanno deciso con grande senso di responsabilità, a stragrande maggioranza, che la prima si farà anche se rimane grande preoccupazione", spiega Pietro Gabriele, della Slc Cgil, a conclusione della assemblea. Il Trovatore di Giuseppe Verdi andrà dunque in scena, domani sera, in attesa dell'incontro di giovedì tra la sindaca Appendino e il ministro ai Beni Culturali Bonisoli.
    Prima dello spettacolo sarà letto un documento delle Rsu e, al termine, i lavoratori saliranno sul palco per ribadire le preoccupazioni per il taglio dei fondi del Fus. "Una situazione così non si vedeva dagli anni '90, quando il teatro era stato commissariato. Abbiamo dato fiducia ai nostri vertici, ma bisogna aprire una fase nuova", aggiunge Vito Chiarelli della Uilcom. "Non abbiamo ritirato lo stato di agitazione", spiega Luigi Filagna, della Fials Cisal, secondo cui "è irrispettoso e ingrato pensare di togliere i soldi ai lavoratori per risolvere la crisi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere