Baby arrampicatore morto, una condanna

Assolti titolare scuola arrampicata e produttore attrezzatura

Si è chiuso oggi a Torino con una condanna e due assoluzioni il processo per l'incidente sulle montagne di Orpierre in cui, il 3 luglio 2013, morì il dodicenne Tito Traversa, di Ivrea, giovanissima promessa dell'arrampicata sportiva. Il tribunale ha inflitto due anni di reclusione all'istruttore del ragazzo. Sono stati assolti il titolare della scuola di arrampicata e l'imprenditore bergamasco che produsse una piccola parte dell'attrezzatura.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale