Salone Libro: si parla di violenza genere all'Arena Piemonte

Motta e Molinari,argomento molto sentito dal Consiglio regionale

(ANSA) - TORINO, 13 MAG - "Ogni giorno mi dico che devo avere forza. Che devo andare avanti. Io non mi arrendo, non mollo. Lo devo a me e ai miei figli". Le parole di Florilena Ronco, che dopo venticinque anni di matrimonio è stata colpita dal marito con 21 coltellate perché non accettava l'idea della separazione, squarciano l'aria e gelano, per un istante, l'atmosfera ovattata che si respira tra gli stand del Salone del Libro. La sua testimonianza è stata al centro dell'incontro "Violenza sulla pelle", che si è svolto domenica 13 maggio all'Arena Piemonte.
    "Un argomento molto sentito dal Consiglio regionale - hanno dichiarato la vicepresidente del Consiglio regionale e della Consulta delle elette del Piemonte, Angela Motta e il consigliere segretario Gabriele Molinari - che nel 2016 ha approvato la legge 4 per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli e che per il prossimo anno scolastico promuoverà cicli d'incontri nelle scuole sull'educazione sentimentale".
    Moderate dalla giornalista Stefanella Campana, sono intervenute Paola Fuggetta, responsabile Ufficio minori, stalking e violenza di genere della Questura di Torino, Giusy Laganà, segretaria generale dell'Associazione Fare x bene Onlus di Milano, Anna Ronfani, vicepresidente di Telefono Rosa Piemonte e la sociologa Chiara Saraceno. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale