Salone Libro: all'Arena Piemonte dialogo sulla pace

Presidente Boeti, solo mondo in pace può guardare a futuro

(ANSA) - TORINO, 13 MAG - Tre sguardi, tre esperienze sui temi della pace, del disarmo mondiale, dei diritti, della democrazia. È quanto raccontato dai relatori che oggi al Salone del Libro hanno partecipato all'evento "Facciamo la pace".
    "Quest'anno ricorrono i 70 anni dall'entrata in vigore della Costituzione - ha ricordato il presidente del Consiglio regionale, Nino Boeti - dove c'è scritto chiaramente che il nostro Paese ripudia la guerra. Le generazioni di oggi sono le prime a vivere senza aver vissuto un conflitto, l'Europa è in pace ma non lo è il resto del mondo. Ogni anno si spendono mille miliardi di euro per le armi e contemporaneamente ne destiniamo 27 per combattere la fame".
    All'incontro è intervenuto Daniele Santi, segretario generale di Senzatomica - campagna per il disarmo nucleare. "Il Piemonte brilla come regione capofila del disarmo", ha detto. Con lui sorella Maria Marchegiani, delegata grandi eventi dell'ispettorato infermiere volontarie di Torino, e Simona Colucci, project manager di Rena e del rapporto Same Project che ha analizzato l'esperienza di 100 imprese europee create da immigrati. "Solo in un mondo di pace potremo guardare con serenità al futuro", ha concluso Boeti, che ha ricordato l'annullo filatelico del Consiglio dedicato al Sermig in occasione del Salone del Libro.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere