Skipass rivenduti in nero, 4 denunce

Prato Nevoso fa avviare indagini Gdf, a giudizio dipendenti

(ANSA) - TORINO, 10 NOV - Una rivendita in nero di skipass è stata scoperta dalla guardia di finanza di Mondovì, che ha denunciato quattro dipendenti della Prato Nevoso, la società che gestisce gli impianti di risalita della nota località sciistica cuneese. A far scattare l'indagine sono stati gli amministratori della società, in seguito ai controlli interni sugli incassi giornalieri.
    Le fiamme gialle hanno così scoperto che i quattro, che sono stati rinviati a giudizio per appropriazione indebita, rivendevano in nero a ignari acquirenti gli skipass già emessi e riconsegnati nella medesima giornata.
    Ingente il danno per la Prato Nevoso, che era all'oscuro delle operazioni effettuate sui titoli di accesso agli impianti già utilizzati da altri clienti.

   La Prato Nevoso Spa, la società che gestisce gli impianti di risalita della nota località sciistica cuneese, si costituirà parte civile nel processo a carico dei quattro ex dipendenti. Lo rende noto la stessa società, che ringrazia gli inquirenti per "l'ottimo lavoro svolto".

   Le quattro persone coinvolte nell'indagine sono due uomini e due donne, una residente a Frabosa Sottana mentre gli altri tre vivono in Liguria. Le indagini della guardia di finanza, coordinate dalla procura di Cuneo, hanno accertato "un comportamento reiterato nel tempo - precisa la Prato Nevoso Spa - ai danni della stessa società degli impianti, ignara del comportamento illecito perpetrato a suo danno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale