Scompenso cardiaco, nuovo dispositivo

All'ospedale Mauriziano. Ccm migliora la funzione del cuore

(ANSA) - TORINO, 8 SET - E' stato eseguito presso la Cardiologia dell'ospedale Mauriziano di Torino, per la prima volta in Italia, l'impianto di un dispositivo per la Modulazione della Contrattilità Cardiaca (Ccm). A differenza del pacemaker, che ha soltanto lo scopo di produrre il battito cardiaco, questa nuova tecnologia riattiva geni e proteine che regolano il rilascio del calcio nella cellula, aumentandone la disponibilità, con un miglioramento della funzione del cuore affetto da insufficienza cardiaca.
    Il paziente sottoposto all'impianto è un 57enne, affetto da una forma avanzata di scompenso cardiaco non idoneo a trapianto di cuore, la cui capacità di contrazione era ormai al limite della sopravvivenza. Dimesso due settimane dopo l'impianto, in anestesia locale, ora è in grado di camminare e di provvedere in modo autonomo alle proprie cure.
    In Italia sono 600mila le persone che soffrono di scompenso cardiaco.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale