Accoltella ex convivente, scarcerata

A Torino. Giudice, legittima difesa, ma dice a Ps di controllare

(ANSA) - TORINO, 27 GIU - Arrestata per avere ferito l'ex convivente con un coltello da cucina durante una lite, scarcerata all'udienza di convalida perché "scriminata" da una causa di giustificazione. È questo, per ora, l'epilogo di un episodio avvenuto in un appartamento alla periferia nord di Torino. La giudice ha anche raccomandato ai poliziotti, in aula, di "monitorare la situazione" per evitare altre violenze.
    La donna, 49 anni, ambulante, ha spiegato di avere "paura" dell'ex compagno, un marocchino di 37 anni che ospitava a proprie spese nell'alloggio e di essere stata picchiata diverse volte in passato. L'ultima lite sarebbe scoppiata perché l'uomo stava gettando dei profumi tra i rifiuti: alle minacce e alle percosse, la donna ha reagito con un coltello da cucina, procurando al convivente un taglio guaribile in dieci giorni.
    Poi è stata arrestata dai poliziotti che lei stessa aveva chiamato. "E' un caso di legittima difesa", dice il difensore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale