I furbetti dei treni, evasione all'8,7%

Controlli in Piemonte di Trenitalia. In 1.800 senza biglietto

(ANSA) - TORINO, 19 MAR - Più di 2.400 viaggiatori non in regola, 1.800 persone senza biglietto allontanate prima di salire sul treno, un'evasione che si aggira intorno all'8,7%.
    Questo il bilancio di una settimana di controlli "antifurbetti" in Piemonte svolti da Trenitalia e Protezione aziendale. I verbali di accertamenti sono stati 169 per un importo superiore ai 36 mila euro, i biglietti venduti a bordo sono stati 445.
    I 24 agenti impegnati, suddivisi in squadre, hanno setacciato dieci linee, concentrando l'attività sui treni e nelle fasce orarie a maggior rischio di evasione. Per diciassette volte è stato necessario chiedere l'intervento della polizia ferroviaria, anche se Trenitalia comunica che "questo nuovo approccio contro il fenomeno dell'evasione contribuisce a frenare il numero delle aggressioni al personale". "I primi risultati - spiega una nota - si cominciano a vedere: le denunce sono passate dai 13 episodi del primo trimestre del 2016 alle dieci di quest'anno".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale