Juventus; Allegri "l'importante era vincere"

Giampaolo, ai miei ho detto bravi per l'atteggiamento

   Una vittoria sofferta ma pur sempre una vittoria. Così Massimilano Allegri ha analizzato il successo odierno a Genova sulla Samp. "L'importante era vincere oggi - ha spiegato il tecnico bianconero, smorzando -. Quando riprenderemo la prossima settimana con tutti a pieno regime ci prepareremo per un aprile importante. Sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi nel primo tempo, una bellissima partita giocata bene sul piano dell'intensità tecnica e fisica. Forse abbiamo sbagliato qualche gol di troppo. Nel secondo tempo invece potevamo fare meglio però non abbiamo sofferto più di tanto, bastava stare più ordinati e lucidi nella gestione della palla". L'uscita di Dybala ha di certo condizionato la gara della Juventus. "E' un giocatore che tra le linee è molto importante - ha detto Allegri -, perché acquistiamo un centrocampista in più. Ho provato Pjaca lì ma in mezzo al traffico non si trova bene e con le due punti perdi un po'. Nella gestione del secondo tempo potevamo fare meglio ed essere più ordinati nella fase difensiva, abbiamo preso tre o quattro ripartenze su palla nostra e su questo dobbiamo continuare a lavorare. Con l'Udinese abbiamo preso gol sulle ripartenze, col Milan uguale, con il Porto nel secondo tempo uguale. Se capita una volta va bene, due o tre vuol dire che devi lavorarci". Nonostante il successo per la Juventus il cammino verso lo scudetto è ancora lungo. "Dobbiamo ancora affrontare il Napoli fuori, la Roma fuori, l'Atalanta fuori e il derby. Da queste quattro partite più complicate passa il campionato. Con oggi una vittoria in meno che manca: Roma e Napoli possono fare al momento 90/92 punti, l'obiettivo nostro è arrivare a 93 punti e per farlo dobbiamo vincere ancora tante partite. Si ferma invece dopo sette risultati utili la striscia positiva della Sampdoria. "Siamo partiti bene - ha detto Giampaolo - e prima del loro gol abbiamo avuto due occasioni ma subire dopo sette minuti non era semplice. Dovevamo rimanere in partita sino alla fine e ci siamo riusciti, siamo stati bravi a non subire il secondo gol nel primo tempo e nella ripresa ce la siamo giocata. Se avesse segnato Regini alla fine sarebbe stata la ciliegina. Nonostante la sconfitta abbiamo avuto un atteggiamento positivo, non ci siamo mai chiusi in area pur conoscendo il valore dell'avversario tanto che alla fine ai miei ragazzi ho detto 'bravi'". Passata la Juventus torna d'attualità il rinnovo di Giampaolo. "Non c'è nessun problema, con il club ho un ottimo rapporto. Posso dire che la firma è sicuramente importante ma vale anche la parola, la mia permanenza alla Sampdoria non è in discussione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale