Artissima, più giovani e più italiani

Neodirettrice Bonacossa illustra novità, presto piattaforma web

(ANSA) - TORINO, 8 MAR - Più arte italiana, più giovani e più web. Sono le linee guida dell'edizione 2017 di Artissima. Ad illustrare le novità della fiera internazionale d'arte contemporanea, che ogni anno porta a Torino più di 200 gallerie provenienti da tutto il mondo, è la neo direttrice Ilaria Bonacossa. "Siamo convinti che occorra investire in un ricambio generazionale - spiega - e su questo abbiamo trovato condivisione anche da parte dell'amministrazione comunale".
    Confermate la location, l'Oval del Lingotto, e le date, il consueto primo weekend di novembre, tra le novità previste per quest'anno ci sono una nuova sezione dedicata al Disegno, settore artistico finora poco coltivato in Italia, e un occhio di riguardo per le produzioni e gli artisti italiani, soprattutto quelli giovani, in un Paese ritenuto spesso troppo esterofilo.
    "Inviteremo i massimi collezionisti al mondo al di là della loro età - conclude Bonacossa - creando anche una piattaforma digitale dedicata, oltre che a loro, anche ad artisti e pubblico".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La social tv del Consiglio regionale