Fiom, a rischio 5-10mila posti lavoro

A Torino. Bellono, temiamo restringimento base industriale

(ANSA) - TORINO, 5 SET - Nelle aziende metalmeccaniche torinesi ci sono tra i 5.000 e i 10.000 posti di lavoro a rischio, un numero che potrebbe salire fino a 15.000 se si considerano le imprese più piccole. L'indagine della Fiom - che prende in esame 45 aziende medie e grandi, tra le quali Fca, che utilizzano ammortizzatori sociali - è stata illustrata dal segretario provinciale Federico Bellono.
    In tutto sono 12.029 su un totale di 13.931 i lavoratori interessati da cassa integrazione ordinaria (2.850), cassa straordinaria (650), contratti di solidarietà (2.569). Le aziende che hanno avviato la procedura di mobilità sono 288, mentre 630 hanno chiuso o sono fallite.
    "È un quadro che non può lasciarci indifferenti, temiamo un restringimento della base industriale", ha sottolineato Bellono.
    "L'investimento di Fca a Mirafiori è un passo avanti, ma non è sufficiente". Il tema sarà al centro di un confronto con la sindaca Appendino, i deputati Airaudo e Cuperlo alla Festa della Fiom, in programma da giovedì a domenica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale