Mamma a quasi 65 anni, negato bonus bebè

Torino, parto grazie a fecondazione assistita

(ANSA) - TORINO, 14 LUG - Potrebbe essere la neomamma più vecchia d'Italia la signora Silvia N., classe 1950, originaria di un piccolo paese in Provincia di Treviso ma residente a Torino. La donna, afferma l'agenzia Agitalia a cui si è rivolta per ottenere il bonus bebè, ha dato alla luce un bambino lo scorso febbraio, all'età di 64 anni ed 11 mesi, attraverso la fecondazione assistita. La neomamma si è rivolta all'agenzia perchè le è stato negato il bonus bebè in quanto non previsto per i titolari di altre forme assistenziali e previdenziali, quali la pensione di anzianità/vecchiaia. E così la donna ha deciso di rivolgersi all'Ufficio legale Agitalia per valutare le dovute azioni giudiziarie contro l'Inps mentre lancia un accorato appello al Presidente dell'Inps, Boeri, per segnalare questa peculiare forma di "discriminazione"".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale