Rapinatore per arrotondare lo stipendio

Pistola in pugno sussurrava ai cassieri 'prelievo straordinario'

(ANSA) - TORINO, 6 GIU - Non riusciva ad arrivare alla fine del mese lavorando poche ore al giorno per un supermercato e così arrotondava lo stipendio rapinando banche. Un italiano di 53 anni è stato arrestato dai carabinieri dopo avere tentato un colpo alla filiale Unipol di Chivasso, nel Torinese, dove risiede. Ma gli investigatori gli attribuiscono con certezza altre due rapine avvenute nella cittadina lo scorso aprile ma potrebbe avere agito altre volte nella zona. L'uomo era solito presentarsi agli sportelli, pistola in pugno, sussurrando "prelievo straordinario" senza che gli altri se ne accorgessero.
    A casa sua sono state sequestrate due pistole giocattolo e una pistola vera ma resa inoffensiva.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Consiglio regionale del Piemonte

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie