Smart housing in ex caserma via Asti

Restituito a Torino luogo di drammatica memoria storica

(ANSA) - TORINO, 29 APR - Residenze di 'smart housing', spazi per nuovi modelli di lavoro comune, una grande piazza e un museo della Resistenza:è il progetto di Cdp Investimenti Sgr del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti per l'ex caserma La Marmora di via Asti, luogo di prigionia e di tortura dei partigiani negli anni del nazi-fascismo. Prevede la conversione del 60% degli spazi in nuove residenze, fra le 120 e le 140. "La caserma di via Asti - dice Aldo Mazzocco, Head of Group Real Estate di Cdp - è un'occasione interessante per stimolare la rinascita di un edilizia residenziale data in locazione". Nell'ex caserma potrà trovare spazio l'housing sociale accanto a residenze studentesche o per startuppers, spazi per il co-working o Fab Lab, servizi alla persona e alle imprese. Una delle casermette sarà ceduta al Comune per farne un luogo della memoria. "Un intervento di grande valore - osserva il sindaco Piero Fassino - il primo sulle caserme dismesse per cui è previsto un processo di valorizzazione". L'avvio dei lavori fra 18-24 mesi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere