Riaprono i Giardini Reali di Torino

Intervento da 1,5 mln finanziato con fondi europei Fesr

(ANSA) - TORINO, 21 MAR - Riaprono a Torino, dopo 20 anni, i Giardini Reali, lo spazio verde che fa parte dei Musei Reali.
    All'indomani del riconoscimento dell'Unesco del Parco del Po, viene così "restituito alla città un pezzo del suo territorio", sottolinea il sindaco Piero Fassino, secondo cui "tutte le istituzioni, nazionali e locali, hanno ormai colto l'importanza del rinnovamento e dello sviluppo del patrimonio artistico e ambientale".
    I Giardini resteranno aperti, a titolo gratuito, per una decina di giorni. Poi verranno di nuovo chiusi in parte per permettere la seconda fase dei lavori, che termineranno a giugno.
    I Giardini entrano a far parte dei Musei Reali, ma saranno anche visitabili in modo autonomo, con un biglietto ridotto di 2 euro. L'intervento, costato 1,5 milioni di euro, è stato finanziato dalla Regione Piemonte tramite i fondi Fesr. "Un nuovo tassello per il pacchetto turistico piemontese a cui stiamo lavorando", ha detto l'assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale