Parroco, fermare assassino Gloria

Gloria uccisa da violenza inaudita. Padre, maledetto criminale

(ANSA) - CASTELLAMONTE (TORINO), 24 FEB - "Una vita non può essere stroncata perché un altro essere umano si è arrogato il diritto inesistente di togliergli la vita. Solo un criminale, un pericoloso folle, può compiere un tale gesto. Un folle che deve essere fermato, perché le sue mani omicide non possano distruggere altre vite". Così il parroco di Castellamonte, don Angelo Bianchi, nell'omelia pronunciata durante i funerali di Gloria Rosboch, l'insegnante uccisa lo scorso 13 gennaio e poi buttata nel pozzo di una ex discarica, dove il suo cadavere è stato ritrovato venerdì scorso.
    Gloria "è stata spazzata via da una violenza inaudita", ha sottolineato il parroco. In chiesa, e sul sagrato, centinaia di persone hanno partecipato ai funerali in silenzio. "Grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato. Tutti tranne quel criminale, quel maledetto che ti ha messa qua...", ha detto Ettore Rosboch, in lacrime, davanti al loculo in cui è stato tumulato il feretro della figlia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale