Nel Monferrato si torna a piantare Barbera

Annuncio Consorzio dopo periodo contrazione investimenti

(ANSA) - ASTI, 18 FEB - Nel Monferrato si torna a piantare Barbera, dopo un periodo di contrazione degli investimenti. A dirlo il presidente del Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato, Filippo Mobrici, in occasione della presentazione, presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, della seconda edizione del corso gratuito di promozione dei vini locali, rivolto a baristi e ristoratori astigiani. "Il Monferrato si sta 'Barberizzando' - ha spiegato Mobrici - prova ne è che i vivaisti sono tornati a vendere barbatelle di Barbera d'Asti". Archiviata un annata con "dati stabili", ha detto Mobrici, l'andamento delle vendite dei vini del Monferrato sul mercato nazionale "è un po' in sofferenza, ma compensiamo con l'estero" ha aggiunto. Tra i paesi dove si consuma di più Barbera d'Asti, "in Canada è il vino rosso più importato", ha detto Mobrici.
    Bene anche negli Usa, in Russia, nonostante la crisi stia condizionando anche la vendita dei vini rossi, e il Nord Europa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale