Ceva-Ormea, 35 km di ferrovia turistica

Itinerario in valle Tanaro tra boschi e ponti monumentali

(ANSA) - TORINO, 3 FEB - La storica ferrovia Ceva-Ormea riaprirà diventando linea turistica, 35 km tra i boschi e lungo il fiume Tanaro. Il primo test oggi, con partenza di un treno speciale da Torino. La linea, chiusa nel 2012, tocca 6 Comuni e 9 stazioni (Ceva, Nucetto, Bagnasco, Pievetta, Priola, Garessio, Trappo, Eca Nasagò ed Ormea). I treni transitano su 5 imponenti ponti in mattoni e pietra e 2 in ferro, sul fiume Tanaro, costruiti tra il 1885 ed 1893 e che hanno resistito alla furia della disastrosa alluvione del novembre '94.
    Tra i punti turistici di maggiore interesse lungo il tragitto, il Castello Reale di Valcasotto, nato come certosa e poi trasformato in residenza estiva dei Savoia, e le Terme di Garessio, antico borgo medievale.
    La ferrovia è circondata da una rete di sentieri ed affiancata da una pista ciclabile, da Orme a Piavetta, in aree di grande interesse naturalistico e storico. La Ceva-Ormea sarà riaperta dalla Regione Piemonte grazie al progetto della Fondazione Fs Italiane 'Binari senza tempo'

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale