Coronavirus: Cina schiera tecnologia in aree rurali

Aziende offrono intelligenza artificiale e droni

Redazione ANSA Pechino

Intelligenza artificiale e droni per combattere l'epidemia da coronavirus nelle aeree rurali della Cina.
    In un'area agricola di oltre 53.300 ettari e con più di 40.000 residenti situata nella città di Jiamusi, nella provincia nord-orientale dello Heilongjiang, è stato applicato un sistema di chiamata intelligente per reperire informazioni sulle condizioni di salute degli agricoltori e sostituire le telefonate e le visite porta a porta.
    Il programma, basato sulla tecnologia vocale intelligente, è in grado di analizzare le informazioni 'ascoltate' e creare automaticamente documenti e moduli che ne registrino il contenuto e i dati reperiti.
    Il sistema, offerto gratuitamente dal colosso cinese dell'e-commerce JD.com, è entrato in servizio lo scorso mese.
    Secondo Zhang Hongyu, responsabile delle operazioni di prevenzione e contenimento dell'epidemia nella gigantesca area agricola, questo ha migliorato l'efficienza del lavoro ed evitato contaminazioni causate dal contatto umano.
    "Dato che i contadini sono sparsi in un così grande territorio e che la forza lavoro locale è limitata, ogni anno molte persone arrivano da fuori per dare una mano durante la stagione di semina primaverile", ha spiegato Zhang."Solo avvalendoci di un approccio intelligente possiamo arginare l'epidemia in modo preciso ed efficiente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA