Coronavirus: Cina, l'high-tech contro l'epidemia

Dai robot 5G alle attrezzature stampate in 3D

Redazione ANSA NANCHINO

Dai robot 5G, alle attrezzature stampate in 3D, fino ai progressi medici di vasta portata, la Cina ha affrontato il nuovo coronavirus con l'abilità tecnologica, che si è dimostrata efficace dal momento che i segnali più promettenti indicano un progresso nella lotta contro i virus nel Paese. Robot graziosi e rapidi che consegnano pacchi, assistenti vocali dotati di intelligenza artificiale e droni senza equipaggio con un altoparlante che ricorda alle persone di indossare maschere non sono più confinati nel regno della fantascienza, come in realtà stanno avvenendo in tutta la Cina. Un robot mobile intelligente, con funzioni come il riconoscimento facciale e lo screening della temperatura, ha pattugliato la città di Suzhou, nella provincia di Jiangsu, in Cina orientale, per aiutare a controllare la diffusione del coronavirus.
    Secondo il Suzhou Innovation Research Institute della Nanjing University, uno dei suoi sviluppatori, il robot, dotato di tecnologie 5G, cloud computing e visione intelligente, è in grado di rintracciare simultaneamente più di 30 persone. "Il robot è in grado di dire se le persone indossano delle mascherine. E se non lo è, emetterà un segnale acustico e darà un promemoria verbale", ha detto Chen Jie, un ricercatore dell'istituto. A Nanchino, capoluogo del Jiangsu, i robot stanno sostituendo i fattorini durante l'epidemia. Lanciati dall'azienda leader cinese di e-commerce Suning.com, i robot sono utilizzati per completare le consegne porta a porta, dato che molti quartieri hanno un accesso limitato dopo l'epidemia di virus.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA