ANSA.it - Il portale dell'informazione

Home ANSA.it
ANSA | ANSABusinessNews (€) | ANSAtlc (€) | ANSAsalute (€) | ANSAmed (€) | Prodotti | Contatti | Mappa
Ansa iPhone | Ansa Toolbar | RSS Web Slice Acceleratore | ANSA sul telefonino | ANSA international
18/09/2014 17:40
Cerca ricerca su Google
 
meteo
Italia Europa
   
Home > Altre notizie > News
» 2007-11-07 14:11
MEDFILM: 187 TITOLI, FOCUS SU GRECIA E TUNISIA
ROMA - "Un abbraccio di conoscenza, alla ricerca di punti di contatto" che possono aiutare il dialogo tra le due sponde del Mediterraneo. Questo, nelle parole della sua presidente, Ginella Vocca, vuole essere la 13esima Edizione del MedFilm Festival, la rassegna del Cinema del Mediterraneo, che porterà a Roma dall'8 al 18 novembre 187 titoli tra lungometraggi, corti e documentari, con 35 anteprime, da 40 Paesi. Il Festival è stato presentato questa mattina a Roma alla presenza, tra gli altri, del direttore della rappresentanza in Italia della Commissione europea, Pier Virgilio Dastoli, di Massimo Baraldi dell'ufficio estero della Dg Cinema del ministero delle Attività Culturali, del vicepresidente del II Municipio di Roma, Carlo Cotticelli, e della responsabile di AnsaMed Antonella Tarquini.

La 13esima Edizione del Festival, che si svolge nell'anno europeo delle Pari Opportunità sul tema 'Dreaking Stereotypes', avrà come Paesi ospiti d'onore la Grecia e la Tunisia, la cui cinematografia sarà rappresentata come mai è stato fatto prima in Italia. Due registi di questi due Paesi saranno anche insigniti del premio Amore e Psiche alla carriera: il regista greco Theo Anghelopoulos, che sarà a Roma l'8 novembre per la cerimonia di apertura e il regista tunisino Ferid Boughedir. Uno spazio particolare sarà riservato anche alla Turchia, da dove arriverà il film di inaugurazione del Festival, 'Mu tlu luk'. Dieci sono i film in concorso nella competizione ufficiale, cui si aggiungono altre due sezioni competitive dedicate alle coproduzioni e agli autori emergenti.


APRE IL TURCO 'BLISS'

Sara' il film turco 'Bliss' (Mutluluk) di Abdullah Oguz (2007), un viaggio che racconta le diverse anime della Turchia di oggi, apprezzato da critica e pubblico come uno dei migliori film turchi, la pellicola di apertura della XIII edizione del MedFilm Festival, in programma a Roma dall'8 al 18 novembre. Il film, tratto dal libro di uno dei maggiori autori turchi,Omer Zulfu Livaneli, che firma anche le musiche, si snoda lungo l'arco di un viaggio che racconta aspetti moderni e tradizionali della Turchia.

Protagonisti sono una ragazzina inconsapevole, un ex soldato, un intellettuale in crisi: tre personaggi che provengono da storie e culture lontane si incrociano per raccontare le diverse anime della Turchia di oggi. Il regista, Abdullah Oguz, nato ad Istanbul, ha fondato nel1992 la casa di produzione 'Ans International Turkey', che produce programmi e fiction di qualita' per la tv nazionale.Affermatosi come regista di videoclip, Oguz ha diretto nel 2003 l 'adattamento cinematografico della serie tv cult 'The Ivy Mansion-Life', nel 2005 ha diretto e prodotto 'Jailbirds' e nel2007 'Mutluluk-Bliss'. Il libro da cui e' tratto il film, 'Felicita'' di Omer Zulfu Livaneli, e' un'illuminante parabola sulla presa di coscienza individuale, ma e' anche il grande affresco di un Paese in trasformazione.

Il libro e' stato un grande successo in Turchia e tradotto in molti Paesi europei e negli Usa. L'autore, Livaneli, nato ad Ankara sessant'anni fa, e' un artista eclettico: come scrittore ha all'attivo quattro romanzi tradotti in 11 lingue in tutto il mondo; come musicista ha composto piu' di 300 canzoni; come regista ha fatto tre film. Livaneli e' anche impegnato nell'attivita' politica: per le sue battaglie per i diritti umani e' stato anche in carcere. Attualmente e'deputato del Partito popolare repubblicano al Parlamento turco e ambasciatore dell'Unesco.
 
ASSOCIATE
I film di Euromed, paese per paese
Gli eventi della manifestazione
 
VIDEO
A Roma il cinema del MedFilm Fest
 
LINK UTILI
Il programma del Festival