Vaticano-Cina: Propaganda Fide istituisce seminario a Macao

Per l'evangelizzazione dell'Asia. Affidato ai Neocatecumenali

    La Congregazione vaticana per l'Evangelizzazione dei Popoli ha ufficialmente istituito il Collegio Redemptoris Mater per l'evangelizzazione in Asia, con sede a Macao, regione autonoma della Cina continentale, affidandone la conduzione al Cammino Neocatecumenale. Ne ha dato notizia l'agenzia vaticana Fides.

    Per quanto l'ex colonia portoghese Macao sia una regione amministrativa speciale, al pari di Hong Kong, l'atto dell'ex Propaganda Fide rappresenta comunque un passo importante per quanto riguarda l'attività della Chiesa in Cina.

    Il Collegio è stato istituito con decreto firmato dal cardinale Fernando Filoni, prefetto di Propaganda Fide, il 29 giugno scorso, dopo l'udienza con papa Francesco. Aprirà i battenti a settembre, con un primo nucleo di studenti provenienti da diverse nazioni del mondo. Come si evince dallo Statuto, dipende direttamente dalla Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, manterrà i contatti con il vescovo locale e potrà avere sezioni distaccate in altri luoghi o Paesi. Si tratta infatti di "un Seminario maggiore della Chiesa", e ha lo scopo di preparare futuri sacerdoti per l'evangelizzazione in Asia.

    Per il card. Filoni, il nuovo Collegio Redemptoris Mater è "frutto della creatività apostolica che guarda all'evangelizzazione in Asia ed esprime una volontà di decentramento della Congregazione di Propaganda Fide". Filoni ricorda che nella storia della missione della Chiesa "tante sono state le forme e le modalità prescelte per l'annuncio del Vangelo in Asia: lo storico impegno dei grandi ordini religiosi come Gesuiti, Domenicani e Francescani; l'attività di tanti specifici istituti missionari; l'invio dei sacerdoti 'fidei donum' o la collaborazione missionaria interdiocesana; le forme di cooperazione missionaria tra le Chiese di alcune nazioni o tra metropolie. Ora lo Spirito Santo suggerisce una forma nuova, che sperimenteremo".

    "Abbiamo voluto rispondere all'invito di Giovanni Paolo II che, all'inizio del nuovo millennio, diceva che l'Asia sarebbe stato il vasto continente da evangelizzare", sottolinea il porporato. "La Congregazione di 'Propaganda Fide', anche su sollecitazione del Cammino Neocatecumenale, ha voluto riflettere su come fare proprio questo appello all'evangelizzazione in Asia", aggiunge.

    Secondo Filoni, inoltre, "papa Francesco, oggi, ha ripreso l'intuizione di Giovanni Paolo II, rimarcando che la Chiesa è chiamata a 'uscire', ad aprirsi e non a ripiegarsi su se stessa. Dunque, abbiamo pensato che tante istituzioni cattoliche, anche quelle preposte alla formazione e all'istruzione, possono avere sede nei vari continenti, operando così nel senso di una decentralizzazione". "Con tale spirito - conclude - abbiamo voluto creare in Asia un Collegio per la formazione di sacerdoti destinati all'Asia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA