Pakistan: caso 'Asia Bibi' su campo cricket

Accusati di blasfemia. Familiari, 'giocano bene, non graditi'

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Nuovo caso 'Asia Bibi' in Pakistan: due giovani cristiani, giocatori di cricket, lo sport più popolare del Paese, sono stati arrestati con l'accusa di blasfemia. Il fatto - secondo quanto riferito dall'International Christian Concern (Icc) - si è verificato a Bahawalnagar, nella regione del Punjab.
    Sunny Mushtaq, 19 anni, e Noman Asghar, di 17 anni, sono usciti di casa per una partita di cricket e non sono più tornati a casa. I due ragazzi sono stati accusati di aver ricevuto disegni blasfemi del profeta Maometto sui loro numeri di WhatsApp. Secondo l'organizzazione cristiana che ha denunciato il fatto i due giovani hanno effettivamente ricevuto uno schizzo blasfemo sui loro smartphone. Tuttavia l'immagine era stata inviata da un musulmano. Ad oggi, la polizia non ha intrapreso alcuna azione contro il mittente dell'immagine blasfema.
    "Sunny è molto popolare in città per le sue eccezionali prestazioni nel gioco del cricket", ha detto a Icc il fratello Raza Mushtaq. "Tuttavia, si lamentava spesso di essere maltrattato dai giocatori musulmani. Per questo motivo, gli abbiamo suggerito di smettere di giocare a cricket. Anch'io ho dovuto smettere di giocare anni fa per le stesse ragioni".
    "Questo è un altro esempio di uso improprio delle leggi sulla blasfemia per regolare i conti personali contro i cristiani", ha detto a Icc Yousaf Gill, direttore di Umeed Partnership Pakistan. "Per molti anni i difensori dei diritti umani hanno messo in evidenza l'uso improprio delle leggi sulla blasfemia.
    Tuttavia, le autorità non hanno prestato attenzione e quindi i cristiani stanno soffrendo".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA